giovedì 20 maggio 2010

Istituto Gramsci Toscano: Archivio Aperto 2010



L'Istituto Gramsci Toscano, con il fine di rendere noto il proprio patrimonio archivistico e la divulgazione del progetto di digitalizzazione del fondo della Federazione Fiorentina del PCI finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena, promuove l'iniziativa organizzata da Martina Ricci



ARCHIVIO APERTO 2010


che si svolgerà dal 20 al 22 maggio presso la sede dell'Istituto (Via G. Orsini, 44 - Firenze).

Due sono gli eventi previsti in programma: la mostra documentaria "Un partito in archivio. Le carte della federazione fiorentina del PCI", aperta al pubblico su prenotazione dal 20 al 22 maggio e il convegno "Archivi politici: realtà a confronto" che si svolgerà nella giornata di venerdì 21 maggio dalle ore 9.30 alle ore 17.30. 


La mostra (20 - 22 maggio)


Il percorso proposto dalla mostra, attraverso una scelta ragionata di manifesti e documenti inediti provenienti dal prezioso archivio della Federazione Fiorentina del PCI, non intende indicare nel dettaglio le vicissitudini che hanno caratterizzato il Partito Comunista in oltre 50 anni di storia, ma un cammino che si snoda a partire da alcune tipologie documentarie per arrivare a illustrare la struttura interna e il funzionamento della Federazione stessa.


Il convegno (21 maggio)


Il convegno Archivi politici: realtà a confronto vuole essere un'occasione di discussione e di approfondimento sul tema degli archivi politici ad oggi poco valorizzati. 
Grazie all'intervento di numerosi docenti universitari ed esperti del settore, la giornata di studi traccerà un percorso formativo completo offrendo, in un'ottica comparata a partire dai casi d'archivio in Italia per continuare con l'esperienza di quelli europei, una visione d'insieme della realtà degli archivi politici. Affrontando le varie problematiche legate alla valorizzazione del materiale e alla consultazione, in riferimento al contesto legislativo vigente, interverranno Antonio Romiti, Professore ordinario di Archivistica dell'Università di Firenze, Emilio Capannelli, funzionario archivistico della Soprintendenza per la Toscana eJean-Marie Palayret, Direttore dell'Istituto Universitario Europeo.
La prima parte del convegno, il cui coordinamento è affidato a Linda Giuva, una tra le più autorevoli esperte in materia e docente di Archivistica dell'Università di Siena, è dedicata, poi, alla presentazione del ricco patrimonio archivistico dell'Istituto Gramsci Toscano, i cui materiali ad oggi ancora poco studiati e pressoché inediti rappresentano una fonte preziosa per la storia del Partito comunista Italiano e un unicum a livello locale. 
Le archiviste Francesca Capetta e Barbara Affolter, dopo aver illustrato i fondi presenti in Istituto e gli ultimi versamenti, parleranno del progetto di digitalizzazione dell'Archivio della Federazione Fiorentina del PCI, sostenuto e finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena: un passo decisivo in direzione di un'efficace tutela del patrimonio e un'immediata fruizione del materiale da parte degli utenti. 
La giornata di studi proseguirà nel pomeriggio con la tavola rotonda Protagonisti di memorie, presieduta da Giuseppe Caroli, coordinatore del sistema integrato dell'area fiorentina - SDIAF: i rappresentanti di vari istituti culturali di Firenze, metteranno a confronto le proprie esperienze. Simone Neri Serneri (Istituto Storico della Resistenza) e Giulio Conticelli (Fondazione La Pira) che, in molte occasioni hanno collaborato con L'Istituto Gramsci, sono chiamati ancora una volta a discutere sulle dinamiche sociali, politiche e culturali del mondo contemporaneo. 

Calogero Governali (Centro Documentazione e Archivio Storico CGIL), Mario Scotti e Mila Scarlatti(Centro Studi CISL) presenteranno, invece, una panoramica diversa ma altrettanto interessante sui centri di documentazione e un'altra fonte di studio degli archivi politici: le carte conservate presso le associazioni sindacali.

La sezione toscana dell'ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana), che ha patrocinato l'iniziativa, sarà rappresentata da Monica Valentini mentre per l'Istituto Gramsci Toscano interverrà il VicepresidenteMatteo Mazzoni.

Venerdì 21 maggio Marta Rapallini, Presidente dell'Istituto Gramsci Toscano, aprirà i lavori alle ore 9.30 e la conclusione del convegno è prevista per le ore 17.30.



Per saperne di più 



Chi siamo: la storia dell'IGT


L'Istituto Gramsci Toscano, sorto nel 1973 come sezione fiorentina dell'Istituto Gramsci nato a Roma nel 1954, si è costituito in associazione autonoma nel 1980, diventando a pieno titolo luogo di dialogo e interscambio fra il Partito Comunista e le diverse realtà culturali fiorentine.
La finalità dell'ente, sin dalle origini, è stata quella di promuovere l'avanzamento della conoscenza attraverso una costante interazione col territorio, incentrandosi su ricerche, analisi e confronti sulle trasformazioni sociali, politiche e culturali dell'età contemporanea. 


Tesori d'Archivio: l'Archivio della Federazione Fiorentina del PCI


L'Archivio della Federazione Fiorentina del PCI è pervenuto presso l'Istituto Gramsci Toscano nel 1989, comprende oltre 500 unità che coprono un arco cronologico che va dall'inizio degli anni Cinquanta alla fine degli anni Ottanta con una considerevole raccolta di manifesti, fotografie, diapositive, nastri magnetici - sia audio che video - e materiali bibliografici.
Nel 2008 è stato avviato un progetto di digitalizzazione, sostenuto e finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena, mirato a garantire una migliore conservazione degli originali e l'agevolazione della fruizione da parte degli utenti.


Seguite le notizie de Il Comunista Quotidiano via feedfeed rss comunista quoridianoSubscribe in a reader Oppure Seguiteci su Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista