lunedì 24 maggio 2010

Cosenza, Rifondazione Comunista esce dalla maggioranza in Consiglio provinciale


Cosenza. Il comitato politico della federazione cosentina  di Rifondazione Comunista ha scelto di abbandonare la giunta provinciale di centrosinistra, presieduta da Mario Oliverio. La decisione è stata spiegata in una nota diffusa al termine dell’assemblea. Nel comunicato, in cui si attacca esplicitamente il massimo esponente dell’ente provinciale, si legge che  “nel ribadire a stragrande maggioranza  la scelta nominativa ad assessore provinciale, del compagno Angelo Broccolo, segretario provinciale del partito, già sancita nei giorni scorsi, ritiene inconciliabili le posizioni espresse dal Presidente Mario Oliverio che nel metodo segnano in maniera inequivocabile la delegittimazione delle forze politiche organizzate, ledendone nel profondo i presupposti di dignità politica, in nome di una malintesa concezione verticistica e personalistica di governo. Veicolo di una pericolosa deriva ademocratica e presidenzialistica estranea alle culture democratiche e di sinistra che si richiamano nel loro agire politico quotidiano ai principi costituzionali e di rappresentanza dei disagi più profondi ed articolati presenti nella società. Ricordiamo che i presidenti non sono espressione di liste civiche bensì la sintesi di coalizioni di partiti e/o associazioni collettive che su basi progettuali e programmatiche stabiliscono percorsi di pari dignità, ai quali non è possibile derogare all'indomani delle elezioni. Su queste basi, e così eventualmente permanendo la situazione, il PRC decide a stragrande maggioranza di collocarsi fuori dalla maggioranza alla Provincia di Cosenza. Di volta in volta il gruppo consiliare, in concordia con il partito, si determinerà sulle scelte politiche ed istituzionali alla Provincia”.

Seguite le notizie de Il Comunista Quotidiano via feedfeed rss comunista quoridianoSubscribe in a reader Oppure Seguiteci su Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista