lunedì 19 aprile 2010

Liberati i tre di Emergency

Matteo Pagani, Marco Garatti e Matteo Dall’Aira sono liberi. I tre italiani di Emergency arrestati una settimana fa in Afghanistan sono stati rilasciati a Kabul in quanto “non colpevoli”. “Sono su di morale, forte, sto
bene e vi saluto tutti”: queste le parole dette al telefono da Matteo Dell’Aira alla compagna, secondo quanto riferisce l’Ansa.

“Abbiamo ottenuto quello che era il nostro obiettivo prioritario, e cioè la libertà per i nostri connazionali senza mettere in discussione la nostra posizione di ferma solidarietà con le istituzioni afghane e la coalizione internazionale”. Questo il commento del ministro degli Esteri Franco Frattini. Secondo Frattini “l’Isaf non aveva avuto né una richiesta preventiva né una informativa preventiva” sull’operazione delle autorita’ afghane il 10 aprile nell’ospedale di Emergency a Laskar-Gah. Gli inglesi avrebbero inviato degli artificieri “su richiesta” dei servizi afghani, dopo il rinvenimento di armi e munizioni nella struttura ospedaliera.

“Qualcuno ha cercato di screditare Emergency e il tentativo è fallito”: questo il giudizio di Gino Strada, fondatore di Emergency, poco dopo la liberazione dei tre sanitari. “Non è chiaro perché sono stati arrestati – ha detto Strada -, perché l’ospedale è stato aggredito. Non è chiaro perché e non è chiaro chi l’ha orchestrato. Bisogna capire bene chi c’è dietro questa macchinazione”. “O qualcuno dello staff afghano è stato corrotto o forzato o da altri afghani, o da altri in uniforme di cui non so neanche la nazionalità. Una risposta non l’abbiamo”. Secondo Strada, è certo però che “qualcuno non vuole Emergency”. 
Seguite le notizie de Il Comunista Quotidiano via feedfeed rss comunista quoridianoSubscribe in a reader

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista