giovedì 29 aprile 2010

In difesa della scuola pubblica

Il Partito della Rifondazione Comunista aderisce alla manifestazione di domani (giovedì) a difesa della Scuola Pubblica.
Le politiche attuate dal Governo, per mano della Gelmini e di Tremonti, non solo non hanno la minima intenzione di investire nella pubblica istruzione, ma portano avanti un progressivo smantellamento della Scuola Pubblica, aumentando i finanziamenti alle scuole private.
Con l’inizio del nuovo anno scolastico la Scuola Pubblica vedrà una riduzione del personale docente di 25 000 unità e del personale ATA di 15 000 unità. A Parma e provincia, tra elementari medie e superiori, è previsto un taglio di 140 insegnanti e 70 collaboratori. Tutto questo mentre gli studenti crescono di numero, anche sul territorio parmense.
Come se tutto questo non bastasse, la recente “Riforma epocale della scuola”, come è stata definita dalla Gelmini, non farà altro che diminuire ulteriormente la qualità della Pubblica Istruzione, attuando dei tagli al numero di ore settimanali per quasi tutte le tipologie di istituto.
Quello che emerge chiaramente è il tentativo di “far cassa” distruggendo la scuola pubblica, in un quadro generale di continui tagli ai servizi sociali.
Altro che rinvio di qualche anno della Riforma, Il PRC continuerà ad opporsi a queste politiche, denunciando l’attacco di classe portato avanti nei confronti dei lavoratori e di tutti quei cittadini che non possono permettersi un’istruzione privata.
I soldi necessari per finanziare l’Istruzione, l’Università e la Ricerca vanno presi dalle spese militari, dalle grandi opere e dai finanziamenti a fondo perduto dati agli imprenditori.
Paola Varesi 
Segretario Prc Federazione di Parma



Seguite le notizie de Il Comunista Quotidiano via feedfeed rss comunista quoridianoSubscribe in a reader

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista