lunedì 26 aprile 2010

25 aprile/ Fgci: Una provocazione la presenza della Polverini

foto Urbani (fgci Roma)

Apc-25 aprile/ Fgci: Una provocazione la presenza della Polverini


Roma, 25 apr. (Apcom) - "Chi semina vento raccoglie tempesta".
Così Flavio Arzarello, coordinatore nazionale della Fgci, l'organizzazione giovanile del Pdci, commenta la contestazione alla 'governatrice' del Lazio Renata Polverini, durante la cerimonia a Porta San Paolo per i 65 anni dalla Liberazione. "La stessa presenza della Polverini, militante di lunga data dell'Msi, a piazza di Porta San Paolo è stata una provocazione", sostiene.
"Come non ricordare - dice il leader dei giovani del Pdci - che la presidente si è fatta immortalare in campagna elettorale nella curva della Lazio mentre faceva il saluto romano e ha festeggiato nello stesso modo la sua elezione?".

Pasquali: Frange estremiste non conoscono linguaggio democrazia

Roma, 25 apr. (Apcom) - "E' evidente che una parte della della sinistra italiana non si riconosce nelle parole del Presidente Napolitano pronunciate soltanto ieri in occasione dell'anniversario della Liberazione". Lo dice Francesco Pasquali, coordinatore nazionale dei giovani del Pdl (Giovane Italia), replicando alla presa di posizione dei giovani della Fgci con la contestazione alla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, durante la cerimonia per i 65 anni della Liberazione a Porta San Paolo.

Afferma Pasquali: "La grave contestazione di oggi alla presidente della Regione Lazio Renata Polverini, intervenendo alla cerimonia organizzata dall'Anpi, da parte di alcuni giovani comunisti, guidati dal coordinatore Arzarello, parla chiaro: ci sono frange estremiste che non conoscono il linguaggio della democrazia e della storia e colgono ogni pretesto per dare prova di violenza politica. Tutto ciò è ancora più grave se a strumentalizzare una Festa di unità nazionale sono proprio dei giovani impegnati in politica. Al Presidente Polverini esprimiamo tutta la nostra solidarietà".

Red/Pol

251501 apr 10

25 APRILE, ARZARELLO (FGCI) A PASQUALI (GIOVANI PDL): DRAMMA E' GOVERNO CHE CALPESTA COSTITUZIONE.
"Il problema non è certo qualche fischio alla Polverini in occasione del 25 aprile, ma un Governo che ogni giorno si dimostra sordo alla Costituzione repubblicana. Leggi ad personam, aumento delle spese militari, respingimenti disumani degli immigrati, smantellamento dello Statuto dei lavoratori, sono solo quattro dei numerosi esempi con cui il governo ha calpestato di fatto la Carta Costituzionale. A tutto questo si aggiungono i preoccupanti proclami odierni del premier che, fuori da qualunque consuetudine, calpestando il Parlamento, attraverso un messaggio televisivo come in una 'Repubblica telecratica', annuncia la volontà di stravolgere la seconda parte della Costituzione. Prima di avventurarsi in ricostruzioni fantasiose, Pasquali guardi in casa sua." E' quanto replica Flavio Arzarello, Coordinatore nazionale della FGCI, l'organizzazione giovanile del Pdci - Federazione della Sinistra .

Seguite le notizie de Il Comunista Quotidiano via feedfeed rss comunista quoridianoSubscribe in a reader

2 commenti:

  1. la sinistra cosa intende per democrezia?

    RispondiElimina
  2. Di certo non una finta democrazia "borghese" figlia di mafiosi e massoni...

    RispondiElimina

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista