giovedì 14 gennaio 2010

PRC Spoleto: Federazione della sinistra e reddito sociale



Spoleto - Si è tenuta l’assemblea del Circolo di Rifondazione comunista di Spoleto alla presenza del Segretario Provinciale del partito Enrico Flamini per discutere dell'attuale fase politica locale e nazionale e per il lancio delle iniziative politiche sul territorio.
Intanto, riteniamo il governo Berlusconi un governo antipopolare e antidemocratico. Antipopolare perché immobile nei confronti della crisi che viene di fatto scaricata sulle fasce più deboli della società; antidemocratico perché impegnato quotidianamente nel portare attacchi pesanti nei confronti della Costituzione, della magistratura, della libera informazione, della democrazia repubblicana
Su questo quadro appoggiamo convintamente la proposta di costruire un fronte unito delle opposizioni sulla democrazia, per sconfiggere Berlusconi e uscire in positivo dalla crisi della seconda repubblica con il superamento del bipolarismo e la costruzione di una legge elettorale proporzionale. L'unica proposta oggi sul campo che si colloca in maniera autonoma ed alternativa contro un'ipotesi di accordo Pd e Pdl e contro l’idea di Berlusconi di cambiare la Costituzione da solo. Inoltre sosterremo con forza sul piano sociale le campagne politiche referendarie per l’ acqua pubblica, il no al nucleare e l'abolizione della legge 30 contro la precarietà.
Nello stesso tempo lavoriamo per costruire anche nel nostro territorio la Federazione della Sinistra, progetto politico già partito a livello nazionale e regionale. Una proposta includente, aperta e rivolta a tutti quei soggetti, associazioni, comitati, movimenti e singole persone che vogliono impegnarsi per la ricostruzione di una forte sinistra. Un percorso unitario che si pone l’obiettivo di invertire la tendenza negativa che negli ultimi anni ha visto la sinistra divisa e frammentata. A partire da idee, valori e contenuti, come la campagna a sostegno della proposta di legge di Rifondazione comunista dell’Umbria per l’istituzione del reddito sociale, campagna che proseguiremo per tutto il mese di gennaio e che ci vedrà impegnati nella definizione di una importante iniziativa pubblica. Certo, perché anche a Spoleto la crisi ha determinato e determina condizioni pesanti per l'economia del nostro territorio, già penalizzato da anni sul piano dello sviluppo: preoccupanti e drammatiche sono l’aumento del ricorso alla cassa integrazione, chiusure di attività e licenziamenti. Noi intendiamo appunto avanzare proposte concrete contro questa situazione e pensiamo che, in vista delle prossime elezioni regionali, l’alleanza di centrosinistra debba essere fondata su basi e contenuti programmatici, ad iniziare dalla definizione di un piano regionale per il lavoro, dall'intervento contro gli effetti della crisi, a difesa dell’occupazione, per il superamento del precariato e a sostegno del reddito dei licenziati e dei non occupati. Non solo. Rispetto all’operato del governo centrale e all’assetto federale dello stato, diventa centrale una ferma posizione contro ogni proposta di privatizzazione dei servizi pubblici, a partire dalla sanità.
La Segretaria del Circolo
Maura Coltorti

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista