giovedì 7 gennaio 2010

Marsala: Caso Errera- la federazione della sinistra vuole dichiarazioni ufficiali



Riceviamo e pubblichiamo:

A seguito dei fatti penalmente rilevanti che hanno coinvolto il consigliere comunale di Marsala, Sig. Celestino Vito Errera, oggi aderente all’UDC, che lo scorso 9 dicembre è stato condannato, con rito abbreviato, a 18 mesi di carcere per favoreggiamento della latitanza di un mafioso, la Federazione Provinciale del Partito Socialista Italiano e della Federazione della Sinistra, stigmatizzando il comportamento del reo e dei dirigenti, a tutti i livelli, del proprio Partito di appartenenza, trincerati dietro un assordante silenzio, e che nonostante due riunioni consiliari in cui i cittadini marsalasi si sarebbero aspettati dichiarazioni, dovute per il ruolo istituzionale ricoperto, già informalmente preannunciate e mai esternate, reclamano immediate dichiarazioni ufficiali da parte dei soggetti interessati, e di conoscere le opportune e conseguenti iniziative politiche che si intendono adottare riguardo la presenza, e la permanenza, dell’Errera all’interno della massima assise comunale
Le due Federazioni ritengono sia necessario fugare, immediatamente, ogni dubbio sulla possibile connivenza tra la mafia, o qualsivoglia soggetto criminale, con le istituzioni, anche per evitare il ripetersi di incresciosi fatti che hanno, nel recente passato, portato già allo scioglimento del consiglio comunale di Marsala, nonché alle dimissioni del Presidente della Regione Sicilia Cuffarò, anch’egli esponente dell’UDC.
E’ un dovere che la politica ha nei confronti dei cittadini, e dal quale nessun esponente politico può esimersi di rispondere direttamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista