sabato 2 gennaio 2010

Fassino "Craxi fu capro espiatorio". Al PD manca solo di riabilitare Mussolini




Piero Fassino, esponente della corrente franceschiniana ma in possibile traghettamento verso Bersani, prova a alimentare il clima di intesa con il PDL riabilitando Bettino Craxi.
Il revisionismo di Fassino parla una lingua ben nota nel mondo a parte della politica ufficiale. Si passa dalla lode alla presunta capacità di Craxi di saper intravedere la necessità di riforme a quella di un non ben identificato profilo modernizzatore del PSI. In verità la rendita di posizione elettorale del PSI dell'epoca è stato il fenomeno che, in concorso con altri, ha provocato il declino politico e strutturale del paese. La novità del discorso di Fassino sarebbe nel "Craxi capro espiatorio". Basterebbe un minimo di decenza storiografica per ammettere che, al centro di un sistema di tangenti e di un sistema politico in crisi, Craxi è passato da essere il punto più forte all'anello più debole di una catena di potere. Esilarante poi l'affermazione di Fassino sulle tangenti come necessità di autofinanziamento del PSI che va distinta dalla corruzione. Come se si parlasse del PSI in clandestinità di Nenni e non di un partito al potere che aveva in pugno l'Italia.
Suggeriamo a Fassino un argomento: visto che le "riforme condivise" si fanno con la destra ci sembra giusto compiere un salutare passo verso la concordia con il partito dell'amore. Che ne dice l'ex segretario dei ds di cominciare dalla rivalutazione dell'uomo che ha garantito la governabilità per venti ininterrotti anni in questo paese? Certo, si chiamava Mussolini ma in fondo sua nipote è parlamentare della repubblica


(red) 31 dicembre 2009

************************************






Per poi inserirlo successivamente nel 2007 nel pantheon del Pd (Craxi fa parte del Pantheon del Pd come Rosselli, Matteotti, Nenni, e Pertini) tralasciando Berlinguer.  E anche qui ricevette applausi e non fischi dalla platea. Era l'anno degli avvisi di garanzia a lui e D'Alema, giusta indicazione di dove era finito per loro Berlinguer e la questione morale. In più, per anni i discorsi di Fassino (segretario) erano opera di Sebastiano Maffettone. Lo stesso socialista che scriveva i discorsi a Craxi. Fedele alla linea, insomma.

Secondo: il pd non ha ancora rivalutato Mussolini, ma...
Violante tentò di rivalutare i ragazzi di Salò in un accorato discorso d'insediamento alla camera
La Concia  accompagna in tv una Mussolini offesa e ne prende le difese.
La stessa Paola Concia rivaluta e frequenta Casapound
Il pd accettò il fascistissimo FIsichella a braccia aperte. Se ne andò lui, dopo un pò per problemi di candidature, ma dal pd fu accolto alla grande
Alle prime primarie del pd, tentarono di candidare, per fortuna scoperti, due personaggini dell'estrema destra romana. Arcivieri e Carletti

Alla festa dell'Unità del 2009 stand con fascisti, con tanto di maglietta e nessuno che replichi, che so, un piddino uno che s'incazzi... La maglietta era del Foro53, stesso gruppo fascista al quale Veltroni regalò uno spazio comunale (ex asilo). Coincidenze.
L'amore di La Torre (e quindi D'Alema) per Bocchino lo conosciamo, il feling con An a tutti i livelli, anche... La stretta di mano tra Veltroni e  il camerata Alemanno è roba di poco tempo fa. Non mi spupirei se cercando in giro qualcosina di buono su Mussolini l'avessero detta.
Non fanno altro dai dirigenti del Pd a Napolitano, di parlare di "ripacificazione nazionale"
Manca giusto la riabilitazione di Benito, per ora.

2 commenti:

  1. Una domanda: perchè vi coalizzate con questi alle prossime elezioni invece di fare vere liste comuniste alternative anticapitaliste?

    RispondiElimina
  2. eh, se lo scopro te lo dico. :(
    "Voglio trovare un senso a questa storia"...ma non credo la troverò :(
    ladytux

    -per fortuna che il blog è "comunista" senza specificazioni partitiche ;)

    RispondiElimina

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista