domenica 10 gennaio 2010

De Gaetano, Prc: "Chiarezza per i lavoratori portuali di Gioia Tauro"

“Il campanello d’allarme suona già da qualche anno ma solo in questi giorni, con l’annuncio da parte di Mct del ricorso alla cassa integrazione per i lavoratori, riesce ad attirare un po’ di attenzione sul futuro dell’area portuale di Gioia Tauro, da tempo in uno stato di affanno rispetto alla concorrenza di altri scali commerciali del Mediterraneo”. Lo dichiara il segretario regionale di Rifondazione comunista, Nino De Gaetano che esprime la preoccupazione del Prc calabrese per la decisione assunta da Mct. “La scelta di ricorrere agli ammortizzatori sociali per 400 dipendenti, senza fornire tempi e dettagli del piano industriale che dovrebbe condurre l’azienda fuori dalla crisi, suscita inevitabilmente apprensione, minaccia il futuro non solo delle famiglie dei cassintegrati ma dell’intero “sistema porto”. Alle naturali paure dei lavoratori portuali si deve rispondere innanzitutto con la chiarezza.


Reggio Calabria 09 gennaio 2010 Deve essere chiara l’Mct, indicando ai sindacati quali strategie di rilancio intenda mettere in campo a Gioia Tauro, e deve essere chiaro l’impegno di tutte le istituzioni nella valorizzazione di una delle poche realtà d’eccellenza della Calabria, frenata da non pochi ostacoli logistici (collegamenti ferroviari, in primis) che ne limitano da sempre le reali possibilità di crescita. Pianificare insieme – sindacati, impresa e istituzioni – il futuro di Gioia Tauro non è più rinviabile ora che quel futuro sembra a rischio”. 
L’ufficio stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista