mercoledì 23 dicembre 2009

Lega Nord: Don Farinella come un Iman, moderi i termini



Riceviamo e pubblichiamo una nota firmata da Edoardo Rixi, segretario provinciale della Lega Nord, in merito all’iniziativa natalizia di Don Farinella.
“Anche questo Natale deve far discutere. Dopo il caso della Moschea nel presepe (anno 2008) di Don Prospero quest'anno è la volta di Don Farinella, parroco di San Torpete a Genova che ha deciso di lanciare una provocazione proprio nei confronti della Lega accusata di razzismo e paganesimo. Farinella ha quindi deciso che molto cristianamente la Vergine Maria quest'anno, non partorirà solo un Bambin Gesù, ma ben quattro, di diversa razza e colore. Il carroccio genovese, non accetta etichette da nessuno, il Natale deve essere un momento di Comunione, non di divisione come vorrebbe Don Farinella, il suo parto plurimo che certo ha poco a vedere con la cultura cristiana, ricorda di più altre religioni, quelle politeiste magari centro africa. La Lega non è un partito confessionale ma è un Movimento composto anche da molti cattolici che hanno a cuore le proprie tradizioni. Gesù si è fatto uomo non per dividersi in una o più razze,ma per rappresentare l'umanità nella sua universalità. La Messa politica –continua Rixi- annunciata per domani alle 21.00 è poi un vero affronto alla tradizione cristiana. Non si deve mischiare politica e religione, questo prete sembra un Iman. Noi -conclude- difenderemo il Natale della nostra tradizione fino in fondo. Non vogliamo accettare provocazioni ma invitiamo il parroco a moderare i toni, almeno a Natale. Ci auguriamo poi che nelle Festività abbia modo di rileggersi le Sacre Scritture."

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista