lunedì 21 dicembre 2009

Caos ferrovie, Filt Cgil, neve al nord non è una novità


"Nevica sulla Pianura Padana il 18 dicembre 2009. Evento straordinario da autentica emergenza economica e sociale? Mi faccia il piacere direbbe Totò!". Inizia così il suo intervento sull'emergenza ferroviaria determinata dal maltempo il segretario generale della Filt Cgil del Veneto, Ilario Simonaggio.

"Da sempre - scrive il sindacalista - in Pianura Padana può capitare che nevichi in inverno. Ed oggi, a differenza del passato, disponiamo di strumenti informatici precisi e puntuali nell’indicare quando, quanto e dove nevicherà".

Dunque, secondo Simonaggio il problema non è nel maltempo, ma va ricercato altrove: "Se si riducono gli strumenti di lavoro e gli organici operativi che effettuano il presenziamento notturno della linea ferroviaria, che intervengono per riscaldare gli scambi, che controllano lo svolgimento normale della circolazione, che rimuovono il ghiaccio nelle stazioni e nei binari,che predispongono la manovra e l’esercizio di rete e di tenuta adeguata dei mezzi ( batterie, impianti elettrici, ecc.) queste sono le conseguenze. Colpa della precipitazione? Sarà!".

La Filt Cgil del Veneto parla dunque di "un'ennesima dimostrazione della grandi responsabilità che hanno i due soggetti deputati a garantire servizi dignitosi, adeguati e di buona qualità". Da una parte c'è l’azienda Fs, "in cui ferrovieri sono stanchi di farsi carichi di gravi mancanze che chiamano direttamente in causa la gestione degli eventi". E dall'altra c'è la Regione, alla quale si chiedono "finanziamenti concreti per la spesa corrente e in conto capitale, atti di indirizzo strategico, controllo rigoroso della gestione, sviluppo dell’intermodalità ferroviaria".

"Sappiamo che la potenza mediatica è l’unica cosa alacremente all’opera in queste ore - conclude Simonaggio - nel mentre dovreste vergognarvi e chiedere scusa alle centinaia di migliaia di ignari viaggiatori che avete preso ostaggi da tre giorni. Sta riprendendo a nevicare….vorremo che ci sia una scelta di priorità dei finanziamenti che ci lascia, per il futuro, una Italia paese affidabile e normale"

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista