mercoledì 2 dicembre 2009

Bracci Torsi - Prc: Napoli-No alla logica degli opposti estremismi. Sgombero ai compagni della Rete Antifascista, oltre che Casa Pound.




Riceviamo e pubblichiamo

Roma, I dicembre 2009.
Comunicato stampa.

Dichiarazione di Bianca Bracci Torsi, Responsabile settore Antifascismo del Prc/Se 


Bracci Torsi - Prc: Napoli-No alla logica degli opposti estremismi.
Sgombero ai compagni della Rete Antifascista, oltre che Casa Pound.


Stamattina all'alba, a Napoli, sono stati sgomberati i locali occupati da Casa Pound in via san Raffaele, nel popolare quartiere Mater Dei che aveva espresso il suo rifiuto a questa presenza con una affollata e pacifica manifestazione.
Giusto, benfatto, applicando il dettato costituzionale e le leggi della Repubblica. Ma c'è un ma: in perfetta sintonia alla stessa ora la stessa polizia sgombrava una ex scuola abbandonata in via Salvatore Rosa, occupata dai compagni della Rete Antifascista, compagni definiti dalle agenzie di stampa "estremisti di sinistra".

Un parallelismo che richiama la logica (che qualcuno vorrebbe riproporre) degli opposti estremismi dimenticando o cercando di far dimenticare, che nel nostro Paese le organizzazioni che si richiamano comunque al fascismo e l'apologia di fascismo sono illegali e come tali perseguibili penalmente così come la denigrazione "della Costituzione e dei valori della Resistenza" (legge Scelba n°645).
Mettere sullo stesso piano fascisti e antifascisti è quindi un atto inconcepibile da parte di qualsiasi istituzione democratica.
Dalle forze dell'ordine come dalla sindaca Rosa Russo Iervolino che ha firmato il doppio ordine di sgombero, dopo 4 mesi dalla motivata richiesta di liberare il quartiere Mater Dei da Casa Pound.
La rete antifascista ha convocato per la mattina del 4 dicembre una manifestazione di protesta alla quale il Partito della Rifondazione Comunista ha aderito.



Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista