martedì 10 novembre 2009

Cosentino, chiesta autorizzazione per misura cautelare



NAPOLI (Reuters) - Il Tribunale di Napoli ha inviato a Montecitorio la richiesta di autorizzazione di misure cautelari per il deputato e sottosegretario all'Economia Nicola Cosentino, indagato per suoi presunti contatti con la Camorra. Lo ha riferito stasera a Reuters una fonte giudiziaria.

La richiesta è stata firmata dal gip Raffaele Piccirillo su richiesta della procura. La fonte non ha precisato quale tipo di misura restrittiva sia stata richiesta.

La procura, contattata da Reuters, non ha voluto rilasciare alcun commento.

Cosentino, che è coordinatore del Pdl in Campania e inserito nella rosa di candidati del centrodestra alla carica di Governatore alle elezioni Regionali del prossimo marzo, è indagato per concorso esterno in associazione camorristica, dopo che un collaboratore di giustizia ha parlato ai magistrati, oltre un anno fa, di suoi presunti legami con il clan dei Casalesi.

Al gip era giunta da un anno la richiesta di misura cautelare per Cosentino che è stata poi integrata da altri elementi, dice la fonte giustizia.

Il Pdl della Campania «esprime fraterna solidarietà all'onorevole Nicola Cosentino, nella convinzione che presto si dimostrerà l'assoluta estraneità del coordinatore regionale del Pdl, dalle ipotesi di reato contestategli».

«Resta inteso che il Popolo della libertà della Campania non consentirà alcuna strumentalizzazione politica dell'iniziativa intrapresa dalla magistratura», dice il Pdl in una nota.

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime Notizie

Ultime News

Notizie di Politica

Roba Comunista